Vai al contenuto

Di carcere si muore

20 agosto 2010

Quando non fisicamente, si muore affettivamente, psicologicamente, moralmente.Le varie lettere che riceviamo dal carcere di Rovereto descrivono una situazione invivibile e degradante. Parliamo in particolare della sezione femminile.Questa è la realtà quotidiana: ore d’aria in meno rispetto a quelle previste, celle chiuse tutto il giorno, mancanza di personale medico, sovraffollamento, cibo immangiabile, disposizioni arbitrarie che riducono al minimo il vestiario consentito, prodotti necessari – ad esempio per l’igiene intima – dai costi altissimi (per la gioia delle ditte che li forniscono). A questo quadro si aggiungono i sempre più frequenti rifiuti da parte del magistrato di sorveglianza di concedere liberazioni anticipate e misure alternative a chi ne avrebbe diritto. Allargando lo sguardo oltre le condizioni carcerarie stesse, è evidente che il carcere assomiglia sempre più al “nuovo” programma sociale previsto per i poveri. Il 27% dei detenuti è composto da tossicodipendenti. Il 38% da immigrati senza documenti. Facciamo un esempio: abolendo la legge Fini-Giovanardi sulle droghe e la Bossi-Fini sull’immigrazione uscirebbero subito 2/3 dei prigionieri! Altro che grandi criminali da cui difendere la società! Il problema non si risolve certo costruendo nuove carceri. Per invertire questa tendenza ad una società sempre più carceraria è necessario lottare tutti. Dentro come fuori.

da Osservatoriorepressione.org

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: